Mastoplastica Riduttiva

COS'È LA MASTOPLASTICA RIDUTTIVA

L'intervento di mastoplastica riduttiva mira alla riduzione del volume del seno, consentendo al chirurgo di modificare forma, dimensioni ed asimmetrie di un seno eccessivamente grande e cadente, migliorando non solo l'armonia del corpo della paziente, ma anche il suo senso di autostima.n Apparentemente in controtendenza rispetto ai modelli di donna che si intravedono sulle pagine delle riviste o sui grandi schermi, il desiderio di avere un seno più piccolo di quello, evidentemente abbondante posseduto, è più comune di quanto non si creda. La ricerca della perfezione fisica ma anche, talvolta, problemi posturali o disagio psicologico possono spingere verso questo tipo di intervento di chirurgia plastica estetica: la mastoplastica riduttiva. Non esistono standard per dire se e quando un seno è troppo grande. La valutazione deve tenere conto della statura e del peso complessivo, dell’ampiezza del torace e del tipo di ossatura. Ovviamente poi entra in gioco anche il gusto personale: un seno abbondante può essere visto come una qualità ma talvolta anche come un difetto tale da creare complessi profondi. Se la costituzione è esile, poi, la presenza di un seno pesante può creare problemi legati alla postura, a carico della gabbia toracica o della colonna vertebrale.

La mastoplastica riduttiva, conosciuto anche come l'intervento di riduzione del seno, è un intervento di elevatissima specializzazione. La riduzione del volume di un seno presenta una serie di “step” che soltanto un chirurgo specialista in chirurgia plastica dalla comprovata esperienza nel rimodellamento del seno può affrontare serenamente e con ottimi risultati estetici. Un seno eccessivamente sviluppato può causare nelle pazienti problemi ortopedici, soprattutto per spalle, schiena e collo, oltre che problemi psicologici, legati al disagio emotivo ed una percezione negativa dell'immagine che si ha di se stessi. Ulteriore beneficio della mastoplastica riduttiva è quello di rialzare la mammella verso l'alto, con un effetto "lifting". Obiettivo dunque della mastoplastica riduttiva non è solo il miglioramento estetico di un seno troppo voluminoso, ma anche un reale sollievo fisico e psicologico.

Grazie all'intervento di mastoplastica riduttiva a Napoli, la paziente potrà finalmente dimenticare i disturbi collegati all'eccessivo volume del seno (dolenzie fisiche, dermatiti in corrispondenza della spalline del reggiseno e nella piega sottomammaria), le limitazioni che un seno vistoso può comportare nella scelta degli abiti, nello svolgimento di attività fisiche e quant'altro. Non sono previsti limiti di età per le pazienti che desiderano sottoporsi a tale chirurgia, ma è comunque preferibile attendere il completo sviluppo del seno. L'importante è che la paziente sia a conoscenza che un eventuale allattamento futuro non sarà più possibile una volta eseguita la chirurgia.

LA CONSULENZA

Durante la consulenza per un intervento di mastoplastica riduttiva a Napoli, il chirurgo dovrà valutare la paziente: forma e dimensioni del seno, complesso areola-capezzolo, qualità della pelle. Valuterà le sue condizioni di salute per escludere tutte le condizioni attuali e pregresse che potrebbero influire sul risultato finale dell'intervento. Consiglierà alle fumatrici di ridurre il consumo di sigarette, fornirà tutte le informazioni necessarie compresi i rischi e le complicanze annesse al tipo di chirurgia, illustrerà le possibili modificazioni di forma e di volume che potranno accadere successivamente all’intervento. È importante che le pazienti abbiano chiara la ragione per cui sono giunte in consulenza: il chirurgo chiederà il motivo per il quale la paziente desidera sottoporsi ad un intervento di mastoplastica riduttiva, quali sono le aspettative ed i risultati auspicati, quali sono le condizioni mediche e quali farmaci si assumono regolarmente, quali siano stati eventuali pregressi interventi chirurgici. Solo dopo aver accertato tutto ciò, il medico potrà scegliere e sottoporre in esame alla paziente la tecnica chirurgica che consente di esaudire a pieno i desideri e le aspettative previste.

LE INCISIONI

L'intervento di mastoplastica riduttiva lascerà esiti cicatriziali permanenti, sicuramente ben contenuti all'interno di un reggiseno e di un costume da bagno. La procedura di riduzione comporta necessariamente la formazione di più incisioni, utili non solo alla riduzione della ghiandola, ma anche alla rimozione del tessuto in eccesso ed al riposizionamento dell’intera mammella, compreso il complesso areola-capezzolo, più in alto in modo che abbia una posizione naturale. In seni di grandi dimensioni, il chirurgo potrebbe optare anche per una riduzione dell'areola, che potrebbe risultarsi allargata nel corso degli eventi naturali della vita. A seconda del tipo di intervento concordato e se si tratti di una piccola, media o grande riduzione le incisioni vengono così effettuate:

  • attorno all'areola, o periareolare (circolare tutto intorno all'areola): se il tipo di riduzione lo consente, il chirturgo può effettuare anche soltanto questa;
  • dall'areola alla piega sottomammaria e
  • lungo la piega sottomammaria , queste ultime adatte a riduzioni più consistenti ed avere una forma di “L” o di “T” rovesciata.

Durante i primi mesi postoperatori di mastoplastica riduttiva è assolutamente normale che le cicatrici risultino arrossate. È necessario comprendere bene che le incisioni richiedono un periodo lungo di assestamento post-operatorio delle mammelle, sia per quanto riguarda la forma che per quanto riguarda l'aspetto delle cicatrici stesse. La paziente che non consideri questo tipo di incisioni oltremodo accettabile non dovrà mai sottoporsi a tale chirurgia.

LE PROTESI

L'intervento di mastoplastica riduttiva, spesso, può essere integrato da un impianto di protesi mammaria. Risulta una valida scelta estetica in termini di proiezione di volume finale.

L'INTERVENTO

L’intervento di mastoplastica riduttiva a Napoli può essere eseguito in regime di ricovero diurno (day surgery). Solitamente è un intervento che viene eseguito in anestesia generale e/o locale con sedazione in regime di day hospital. Per casi più importanti è necessario restare in clinica almeno un giorno. La mastoplastica riduttiva consiste nell’asportazione di parte della ghiandola e nel riposizionamento e rimodellamento della posizione restante in un involucro di tessuto cutaneo che dovrà essere ridotto e ridimensionato per accogliere e dare nuova forma, volume e posizione.

La maggior parte delle tecniche adottate dal Dr. Pier Luigi Canta prevedono la conservazione dei dotti galattofori, dunque alla mammella si consente di mantenere la sua funzionalità ai fini dell’allattamento. Per rendere più confortevoli il risveglio e le ore successive, vengono somministrati alla paziente farmaci analgesici già durante l’intervento, terminato il quale la paziente sarà seguita attentamente fino al rientro nella camera di degenza. L'intervento di mastoplastica riduttiva a Napoli ha una durata che varia da un'ora e mezzo a circa tre ore, solitamente è previsto il posizionamento di piccoli tubicini di drenaggio che fuoriescono dai seni, per evitare l'accumulo di liquidi.Al termine dell'intervento, chiusi i piani profondi e suturata con piccoli punti l'incisione, viene applicata una fasciatura compressiva.

LA CONVALESCENZA

Al termine dell’intervento di mastoplastica additiva a Napoli, dopo aver eseguito le suture, il chirurgo pone dei drenaggi che servono ad eliminare il sangue che si è accumulato durante l’intervento.

Al primo controllo vengono tolti i drenaggi e rimossa la fascia compressiva, per poi indossare un reggiseno sportivo rigorosamente senza ferretto. La paziente, inoltre, è obbligata a presentarsi alle medicazioni programmate, di norma una a settimana per il primo mese, per poi stabilirle periodicamente a seconda della convalescenza.

È importante cominciare la mobilizzazione già il giorno dopo l'intervento di mastoplastica riduttiva, senza ovviamente praticare sforzi importanti e gravosi con le braccia, ma sempre meglio che restare a letto. Infine, anche per quanto riguarda forma e volume del nuovo seno possono occorrere alcune settimane perché diventino più naturali e più gradevoli. Le cicatrici chirurgiche all’inizio saranno di colore rosso, poi gradualmente diverranno di colore rosa, ma ci vorranno dei mesi prima che diventino di colore biancastro.

La convalescenza non può essere inferiore ad una settimana o 10 giorni, finché non vengono tolti i punti ma per un recupero apprezzabile, che permetta di svolgere qualsiasi attività, inclusa quella sportiva, sono necessarie almeno 4 settimane.

Subito dopo l’intervento il seno viene sostenuto da una fasciatura elastica e adesiva che verrà sostituita poi con un reggiseno elastico da portare notte e giorno per almeno 4 settimane.

IL POSTOPERATORIO

Il risultato estetico di una mastoplastica riduttiva è generalmente più che soddisfacente e duraturo ma non è permanente, in quanto condizionato da fattori quali aumento e perdita di peso, gravidanze, fumo, dagli effetti della gravità e dell'invecchiamento. Dopo l'intervento chirurgico di riduzione del seno è spesso possibile il ritorno al lavoro nel giro di un paio di settimane, a seconda del tipo di lavoro. In molti casi, si può riprendere la maggior parte delle normali attività, tra cui una qualche forma di esercizio fisico lieve, dopo qualche settimana. Il dolore è più propriamente una dolenzia o senso di fastidio di modesta entità, e ben controllabile con i consueti farmaci analgesici (che non contengano aspirina). È consigliabile riposare quanto più possibile nella prima settimana per incrementare gradualmente l'attività nella seconda e terza settimana postoperatoria. È necessario evitare la guida dell'automobile per due settimane; passeggiare e partecipare ad attività sociali è di solito possibile dopo la prima settimana. Una attività fisica moderata può essere ripresa dopo 3-4 settimane. Riguardo sport intensi, sarà preferibile attendere circa 6 settimane. Per due mesi dall'intervento la paziente non dovrà dormire prona o su di un lato per evitare di esercitare pressione sulle mammelle.

GLI INCONVENIENTI

La medicina e la chirurgia non sono scienze esatte. La mastoplastica riduttiva è una procedura chirurgica relativamente complessa che dà in genere ottimi risultati, di grande soddisfazione sia per la paziente che per il chirurgo che la esegue. Quando questo tipo di intervento viene eseguito da uno specialista in chirurgia plastica, esperto nel modellamento del seno e in strutture autorizzate, i risultati sono generalmente molto buoni ed apprezzabili fin da subito. Si tratta comunque di una procedura chirurgica vera e propria dove le complicanze (sanguinamento, infezione) sono infrequenti, ma possono comunque accadere ed essere facilmente risolte. Per ridurre i rischi di complicanze è comunque fondamentale seguire attentamente i consigli e le istruzioni che darà il chirurgo prima e dopo l'intervento. Al termine dell’intervento di mastoplastica riduttiva residueranno delle cicatrici lungo le linee di incisione che nel tempo andranno ad assottigliarsi e a schiarirsi, ma che non scompariranno mai del tutto. L'intervento di mastoplastica riduttiva ha effetto duraturo, anche se, come appare ovvio, il seno sarà sempre soggetto ad un abbassamento naturale, nel corso degli anni, dovuto all'età ed alla forza di gravità. Gravidanza ed allattamento al seno possono avere effetti significativi e imprevedibili sulle dimensioni e sulla forma del seno, anche se è vero che molte donne decidono di sottoporsi all’intervento di riduzione del seno prima di avere figli e non si preoccupano di correre il rischio di doversi successivamente sottoporre a ulteriori interventi correttivi.



Indirizzi

Sede

80014 - Giugliano In Campania (NA) Campania
Via Aniello Palumbo, 31
Distanza dal centro: 0,41 Km
Telefono: 0815066560
Partita IVA: 05048681216
Responsabile trattamento dati: Canta Luigi
Email: segreteria@pierluigicanta.it


Info contatto
Referente
Canta Luigi
Telefono
0815066560
Cellulare
3441337258
Mail
segreteria@pierluigicanta.it
Web
http://www.pierluigicanta.it